La Cooperativa Valpiana nasce nel 1987 dal Comitato di Difesa dei Fanciulli allo scopo di coordinare il lavoro degli educatori che diventavano sempre più numerosi.

Ad oggi la Cooperativa si compone di 56 soci lavoratori e di diversi soci volontari e collabora con la Fondazione Difesa Fanciulli nel gestire i progetti ed i servizi che negli anni si sono costituti per cercare risposte innovative e corrette sotto il profilo educativo, storico e sociale, ai diversi bisogni emergenti sul territorio.


Attualmente i servizi che la Fondazione Difesa Fanciulli e la Cooperativa Valpiana gestiscono sono:

  • quattro Comunità Educative Residenziali per minori a Torino;
  • una Comunità Educativa Residenziale per adolescenti a Ceresole d’Alba (CN);
  • un Centro Educativo per Minori;
  • un servizio di sostegno a nuclei familiari in difficoltà accolti in alloggi della Fondazione;
  • progetti di autonomia guidata;
  • progetti educativi individualizzati;
  • attività di recupero scolastico;
  • servizi di Luogo Neutro;
  • una ludoteca con attività di sostegno alla genitorialità per bimbi 0-5 anni;
  • centri di avviamento all’inserimento lavorativo (una mensa con apertura giornaliera al pubblico e una piccola impresa di manutenzione, tinteggiatura, decorazioni, piccoli traslochi).

La Fondazione Difesa fanciulli e la Cooperativa Valpiana collaborano strettamente con i servizi pubblici e privati presenti sul territorio.

Le Comunità Educative Residenziali per minori ed il Centro Educativo per Minori, sono accreditati con il Comune di Torino.

Presidente della “Valpiana” Società Cooperativa Sociale: Maria Gabriella Paola.

 

I Valori di riferimento

Il valore di partenza con cui si sono progettati i servizi è la centralità della relazione: questo approccio consiste nell’attenzione e nella cura quotidiana della relazione tra i diversi attori coinvolti, a partire dai minori e dalle loro famiglie.

La relazione educativa per noi significa essere presenti, dare spazio all’altro, offrire un margine di speranza per un cambiamento possibile, dare opportunità concrete di realizzare il proprio percorso di crescita attraverso proposte educative diversificate e mirate. La centralità della relazione, intesa come “accoglienza” della persona e della sua storia, si realizza attraverso la vicinanza affettiva, la guida educativa e la cura degli interventi quotidiani.
L’attenzione alla relazione è cruciale sia nel lavoro d’équipe, sia nel lavoro con le agenzie formali ed informali del territorio, con cui curiamo gli scambi e le occasioni di confronto per consentire un lavoro coerente e condiviso.

Aspetto per noi importante è anche la centralità del nucleo familiare, la necessità di considerare l’intero contesto di vita del minore “centrale” per il benessere individuale e sociale. L’attenzione alla famiglia, esito dell’evoluzione di un pensiero pedagogico profondo che si traduce in intenzionalità educativa, per noi non è solo un’adesione formale alle indicazioni legislative o ad una linea ideologica, ma il frutto dell’esperienza maturata negli anni di lavoro.

Notevole attenzione viene posta alla formazione continua degli educatori, per stimolare, in ogni momento, la riflessione ed il confronto rispetto ad una professione che, crediamo, non si possa esercitare in solitudine, senza uno scambio costante di informazioni ed esperienze. La Fondazione Difesa Fanciulli e la Cooperativa Valpiana, hanno avviato da anni un percorso di formazione permanente per le équipes educative, con la collaborazione di formatori esterni professionisti. Di volta in volta si affrontano, a seconda delle esigenze, tematiche inerenti alle dinamiche di gruppo, le dinamiche familiari, problematiche evolutive ed adolescenziali, cercando di approfondire l’uso di strumenti teorico-operativi, educativi e di animazione.
Gli educatori, inoltre, partecipano a corsi di aggiornamento, convegni, seminari e stages, proposti da agenzie del territorio (per esempio l’Università, la Scuola per Educatori Professionali, il Servizio Sanitario Nazionale, Associazioni culturali ecc).